giovedì 19 settembre 2013

1 libro - 1000 emozioni #2


Tutto torna di Giulia Carcasi



L'intensità dei singoli attimi è importante nella vita, la rende unica, speciale, inesauribile. Così è anche nei romanzi. Non conta il numero delle parole o delle pagine, non conta se ci sia un' unica frase o un intero poema. Contano gli attimi. I brividi. Istantanee nel nostro cervello e nei nostri occhi.
Lo dico perchè di fronte ad un romanzo brevissimo come è quello di Giulia Carcasi, si potrebbe correre il rischio di giudicare in modo inesatto : considerarlo incompleto, oppure addirittura superficiale. Ma io non mi sono mai sentita più toccata nel profondo. Questo libro ha scavato un tunnel dentro di me e ci ha nascosto milioni di storie bellissime. Le storie di ognuno di noi. Le storie che potremmo vivere, inventare, scrivere. L'amore, la malattia, il sogno, la paura, la razionalità. Tutto mi ha lasciato. Ed io me lo tengo stretto quel tutto, perchè in realtà nulla torna ma tutto può rimanere con noi. Tutto.


"Ma almeno sei sicuro di come si chiama?"  Si chiama fiducia, tenerezza, irriverenza, abracadabra, orgoglio, vino rosso, fascino, sogno, disarmo, pioggia, sete, rifugio, canzone, ti basta?




Ma cosa sono i nomi, le parole? Non è forse un modo per rendere tutto sensibile e toccabile e guardabile? Per rendere tutto materiale? L'amore non è materia ma aria, l'aria che si respira quando non ci si sveglia che insieme, quando non si è felici se non insieme.
L'amore è bacio e carezza, gesti materiali si, ma così effimeri. L'amore è cadere nell'altro per non rialzarsi e lasciarsi trascinare, cadere sull'altro e schiacciarlo per poi risollevarlo, cadere con l'altro e non voler tornare indietro.

Adesso so che ogni volta che ho chiesto a una persona "guardami per intero e sta' attenta, quando mi fai una carezza accarezzi di me anche questa polvere, quando mi offendi offendi di me anche questa ferita", è stato per lasciare quella persona libera di accarezzare e offendere: non c'era altra soluzione per conservare il contatto e restare insieme.


E' una storia d'amore vero e non convenzionale quella che ci racconta questo libro. Un libro intimo e doloroso, drammatico e vitale allo stesso tempo. Una scrittura dinamica e concentrata sui dettagli, poetica e intrecciata alla realtà.
Un romanzo di contraddizioni che combaciano, di cambiamenti che pulsano, di vite che si dischiudono.

Il nostro protagonista, Diego, razionale ed incollato alle sue schematizzazioni della realtà, viene travolto in una storia potente e completa. Potente, perchè dalle pagine fuoriesce passione e corpo e odori e carne. Completa perchè non può esistere altro.
Antonia è poesia, è fantasia, è bugia, è inconsistenza. Diventa la sostanza principale dei giorni di Diego.

Con uno stile davvero speciale la Carcasi vola attorno ai suoi personaggi, come una cicogna nera, e ne descrive gli attimi tristi e felici, puri e sbagliati, facendone uno splendido quadro dell'esistenza umana, così ricca di inesattezze.

Riesce in modo tenero e disincantato a descrivere momenti di vita strazianti.

Da un momento all'altro aspetto uno scatto di lucidità: "Sono malata, mica cretina", dirà mia madre rimettendo in piedi la clessidra rovesciata in un giorno di confusione. La sabbia riprenderà a colare e lei ad invecchiare anzichè rimpicciolire. Ritroverà la coincidenza.
 E' un libro pieno zeppo di pause, un libro in cui bisogna imparare a leggere gli spazi bianchi, imparare ad amarli e rispettarli. Imparare a fermarsi.
Sembra scritto con l'anima e va' letto con l'anima, aperta.

"Ho strappato pagina dopo pagina, e finalmente il conto torna. Metti una bottiglia di vino rosso, togli l'imbarazzo, metti il tuo cappello nero, togli l'esitazione, togli quando ho controllato la tua patente di guida. Tutto torna.
Metti il gelato al pistacchio, togli le mie domande, soprattutto quelle a cui da sola do la risposta. Tutto torna.
Metti la pioggia, metti un film e togli il sonoro, togli questa quiete che non mi dà riposo.
Tutto torna. E tu??"

Da leggere quando?
 Di notte, con la mente sgombra e gli occhi stanchi. Ma soprattutto quando si ha una domanda nel cuore.

Citazione preferita...





Consiglio musicale:
L'aura - Today





Altri contenuti:

L'autrice parla del suo libro:







Alla prossima!
Vi auguro buona vita e buone letture.
                                                                                                                                    Federica



Il post è stato scritto interamente da me, pertanto tutti i diritti sono riservati. I testi non sono riproducibili in nessun caso.

3 commenti:

  1. Bellissima foto iniziale e anche quella del tuo libro sottolineato. Ottimo tutto il commento e soprattutto il concentrarsi sugli effetti straripanti dell' amore. Romantica citazione e canzone da lacrime

    RispondiElimina
  2. Hai uno stile che riesce ad incantarmi...e infatti ho appena inserito questo libro nella lista dei libri da acquistare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O mio dio, grazie mille!!!
      Sono molto felice. Grazie per essere passata di qui!

      Elimina

Ciao, lascia pure un segno del tuo passaggio... mi farai felice :)