giovedì 12 settembre 2013

La mia settimana cinemosa

Buongiorno a tutti,
comincio un'altra rubrica settimanale che parlerà di cinema, o meglio dei film visti da me durante la settimana (che siano visti a cinema oppure a casa).
Il cinema accompagna la mia vita da sempre e mi piace estrapolare dai film innumerevoli spunti di riflessione.
Oh, come faccio a spiegarvi il piacere che provo guardando un bel film (sono onnivora anche in questo, quindi mi piacciono tutti i generi) ?

Immaginate l'inverno.. il freddo, la pioggia o addirittura la neve. Siete al calduccio sotto un plaid, con in mano una tazzona di cioccolata calda a guardare uno di quei filmoni strappalacrime lunghi almeno tre ore.
Oppure immaginate l'estate, una spremuta di limone ghiacciata, un maxischermo all'aperto sotto le stelle, ed un film horror che vi fa saltare sulla poltrona...

Cosa c'è di meglio?

Ma ora, bando alle ciance e cominciamo subito. Vediamo un po' quali film vi propongo oggi:








Questa settimana parliamo di 5 film, tutti delle nuove uscite tranne uno. 
Abbiamo un cartone animato, un drammatico / thriller psicologico, un'horror, due comici. Insomma, cinema per tutti i gusti!

Monsters University


Si tratta di un film d'animazione della Disney Pixar, uscito nelle sale statunitensi il 21 Giugno 2013, mentre nelle sale italiane è stato distribuito a partire dal 21 Agosto 2013. 
Invito chi di voi non avesse visto il film Monsters & Co (del 2001), di cui questo è il prequel, a procurarvelo subito. Personalmente lo considero uno dei film Pixar maggiormente riusciti, ed è anche uno dei cartoni animati che riesce a farmi sempre emozionare come una bambina.                                                                                      Ma definirlo cartone animato è davvero riduttivo. Si tratta semplicemente di un racconto di fantasia, di una bella storia, simpatica, divertente, triste quanto basta. La cosa che sempre mi è piaciuta di questo film è il fatto che porti avanti messaggi profondi e valori importanti.                                                                                                                                         Ecco perchè i cartoni Disney attirano sia grandi che piccini... hanno qualcosa da insegnare ad ognuno di noi.                                                                                  
E così la palla verde con le gambe e l'orso dal pelo blu tornano insieme per una nuova avventura di Monsters...

Il film è stato diretto da Dan Scanlon ed ha come protagonisti doppiatori  John GoodmanBilly Crystal Steve Buscemi. Come doppiatori italiani ricordiamo Sandro Acerbo (voce di Mike) e Saverio Indrio (voce di Sullivan).
Come vi dicevo, si tratta del prequel di Monsters & Co, e ci racconta gli anni in cui Mike e Sullivan vanno all'università, un istituto prestigioso dove si può accedere ad un corso per diventare spaventatori.  Mike fin da piccolo sogna di entrare in quel corso, ma è un bambino buono e simpatico e non fa paura a nessuno. All'inizio del film sarete tutti lì a dire "piccolinooo, bellinooo, tenerinooo, carinooo", perchè ci viene mostrato Mike baby, ovvero una tenerissima pallina verde con un solo occhio gigante e languido. E' stupendo!



No, io sono ufficialmente innamorata di Mike, lo ammetto!

Dicevamo... sarà proprio all'università che Mike e Sullivan si conosceranno e diventeranno gli inseparabili amici che noi tutti conosciamo.

Il film è divertentissimo, dall'inizio alla fine. Si tratta di una comicità intelligente, che fa ridere davvero (come è in quasi tutti i film Disney). 
Ci muoviamo alla conoscenza di tanti personaggi buffi, di tutti i tipi, e con loro viviamo tantissime avventure.

Io lo consiglio a tutti.... i grandi dal cuore bambino ed i bambini dal cuore grande.

Voto : 9 (nella sua categoria)

TRAILER:



Per guardare una scheda dettagliata del film clicca qui




In trance


Labirintico / Asfissiante

Prima c'è la quiete, o meglio, sai di stare facendo qualcosa di strano e di insolito.. ma sei rilassato. Ti si puo' quasi scorgere un sorrisetto sulle labbra. Accarezzi le pareti con i polpastrelli; sono ruvide ed in alcuni tratti umide e fredde. Prosegui, e la strada davanti a te si fa sempre più stretta, più buia. Non ci vedi quasi più. Bè ora la gola comincia a seccarsi, devi tirarti su le maniche della camicia perchè la tua pelle suda, un sudore freddo. Cominci a canticchiare nervosamente per non pensare, ma pensi eccome, a tutto, pensi...
Ora sei davvero agitato... non c'è via d'uscita, sei in trappola.. una trappola che ti sei teso da solo. E urli, dai a calci qualcosa che non sai identificare, strepiti e piangi. Ad un certo punto ti mordi un braccio, perchè vuoi controllare se sei vivo. Scopri in realtà che stavi dormendo. Ti svegli tra le lenzuola bagnate, affondi la faccia nel cuscino e ridi.

Sorprendente / Eccitante

Non hai fatto altro che aspettare questo momento, per tutta la settimana. Hai preparato qualsiasi cosa si possa preparare : una cena, un tavolo, delle sedie, i fiori, candele di ogni tipo, luci soffuse, un vecchio vinile in sottofondo...
Suonano alla porta, ed è la vicina che viene a chiederti gentilmente di abbassare il volume dello stereo...
Aggiusti abbastanza nervosamente i tovaglioli piegati già molto accuratamente sul tavolo. Siedi sul divano, ti alzi, ti siedi, cammini, ti siedi, ti alzi di nuovo, guardi alla finestra, torni a sederti, fissi la porta, poi fissi il telefono, la porta, il telefono, prendi il telefono, fai il suo numero. Risponde la voce di un uomo. Dice che non c'è.
Ti agiti, cosa succede?, ti chiedi. Tutto attorno a te si fa improvvisamente nero, rosso, giallo, verde...
Sei su una sedia, legato ed imbavagliato. Davanti a te una parete bianca, con una scritta: "Sei mio"


Quello che avete appena letto non c'entra assolutamente nulla con la trama del film. Vi ho semplicemente cercato di trasmettere le sensazioni e le emozioni che la pellicola genera nello spettatore, e soprattutto quelle che vivono i protagonisti di questa storia.

In trance è un film drammatico, o almeno viene definito così (secondo me è riduttivo), uscito nelle sale britanniche il 27 Marzo 2013 ed in Italia il 29 Agosto, sempre di quest'anno.
Il film è diretto da Danny Boyle ( regista di altri bei film quali: Trainspotting, 28 giorni dopo, The Millionaire) ed è interpretato da James McAvoy, Rosario Dawson e Vincent Cassel.

La trama racconta di Simon, un giovane uomo che lavora in una casa d'aste dove si assegnano quadri ed opere di un immenso valore artistico. In realtà si tratta di una talpa, poichè si organizza con una banda di criminali per rubare un quadro: Il "Volo di streghe" di Goya.
Ma insorgeranno diverse complicazioni nel momento in cui Simon dimentica (in seguito ad un colpo alla testa) dove ha nascosto il dipinto.
La banda sarà costretta a ricorrere ad un' ipnoterapeuta, che cercherà di fare luce nella sua memoria...

Bene non posso svelarvi più nulla, perchè la pellicola è sorprendente e ricca di continui colpi di scena e rivelazioni inaspettate.
Si articola in modo abbastanza confuso, ed all' inizio mette nel panico lo spettatore che si ritrova catapultato in situazioni sempre nuove e spesso per lui inspiegabili. Piano piano, si comprende però, il filo conduttore che lega ogni fotogramma e si segue la storia con attesa ed impazienza.
Il regista gioca con i labirinti della psiche, tra realtà, finzione, sogno e luci soffuse. La nebbia della memoria viene mano a mano scostata per ritrovare la verità.
Ma questa verità, vogliamo davvero conoscerla?


Vi segnalo 2 brani molto belli della colonna sonora (il secondo è il mio preferito) :

1 - Moby - The Day

2 - Emeli Sande e Rick Smith - Here it comes



Bel film, travolgente e mai banale. Nemmeno sul finale. Aspettatevi di tutto.

Voto: 7++

TRAILER:


Per guardare una scheda dettagliata del film clicca qui


L'evocazione

Entriamo ora, invece, nell'universo Horror. Sono, insieme al mio fidanzato, una grande appassionata di film dell'orrore.. di ogni genere: spiritici, diabolici, splatter... insomma tutto.
Questa settimana mi sono tuffata a cinema a vedere L'evocazione, essendo uno dei film horror più attesi di questo periodo.


La locandina era intrigante, nebbiosa, da brivido, insomma... Adoro quella sensazione che provo quando sono in attesa della paura... mi siedo sulla poltrona della sala sapendo che, dopo non molto, sarò coinvolta nel vortice del terrore/curiosità/incredulità.

Il film, dopo essere stato molto apprezzato alle anteprime, è uscito nelle sale statunitensi il 19 Luglio 2013 e nelle sale italiane il 21 Agosto 2013. E' diretto da James Wan (ovvero, per la mia gioia, regista di Saw l'enigmista e produttore esecutivo di Saw 2, Saw 3, Saw 4, Saw 5, Saw 6 e SAw 3D il capitolo finale) ed interpretato magistralmente da Partrick Wilson e Vera Farmiga nel ruolo dei Warren, e Lily Taylor nel ruolo della signora Perron.



Viene narrata la storia realmente accaduta della famiglia Perron che si ritrova a vivere in una casa infestata dai demoni. Dopo diverse e inquietanti manifestazioni la famiglia chiede aiuto alla coppia di investigatori del paranormale (realmente esistiti, molto famosi per aver scoperto i fenomeni della casa di Amityville) Ed e Lorraine Warren.

« Essenzialmente è un classica storia di fantasmi con una casa infestata. Non sono qui per reinventare la ruota. Come dissi per Insidious, non avevo intenzione di inventare la ruota, volevo solo dipingere la ruota con un colore diverso. In questo caso, il colore che ho scelto è... voglio fare un classico film d'epoca. Voglio sfruttare a tal fine la scenografia, i costumi e la fotografia. Se non altro, so che sarà un film di bell'aspetto! »
                                                                                                                        James Wan

Insomma, direte, una zuppa già mangiata... Casa infestata, famiglia disperata, investigatori che risolvono il problema...
Fermi... aspettate. Anche io la pensavo così, o almeno non mi aspettavo di uscire dalla sala così colpita e piacevolmente stupida da questa pellicola. Perchè si, è vero, è un horror vecchio stile, di quelli con le porte cigolanti e le cantine buie e polverose. Ma il punto per me è proprio questo. Nella nostra epoca, dove nulla ci fa più paura, non è affatto facile spaventare con questo tipo di situazioni. E invece questo film ci riesce.
Un viaggio in continua tensione attraverso un atmosfera antica e tenebrosa, tra scene cult e attimi di puro terrore.

Una delle scene forse più inquietanti del film (almeno è una di quelle che a me ha fatto più paura) è un momento in cui la mamma Perron e la figlia più piccina giocano in giro per la casa a "battimani", un gioco in cui si è bendati e si va alla ricerca dell'altro attraverso i suoi battiti delle mani (massimo tre).

Ma le parole non rendono... guardate qui:



Davvero adatte e spettrali le musiche composte da Joseph Bishara. Incalzanti e dal ritmo confuso e spezzato.

Per gli appassionati del genere e per chi volesse cominciare ad entrare nel mondo degli horror, io lo consiglio.

Voto: 8 (nel suo genere)

TRAILER:


Per guardare una scheda dettagliata del film clicca qui


La peggior settimana della mia vita

Quando si ha voglia di qualche sana risata, Fabio De Luigi è proprio quello che ci vuole.
























La peggior settimana della mia vita è un film comico del 2011 diretto da Alessandro Genovesi ed interpretato da Fabio De Luigi, Cristina Capotondi, Alessandro Siani, Antonio Catania e Monica Guerritore.
E' stato adattato per il grande schermo a partire da una sitcom britannica, ovvero " The Worst Week of my life".



La pellicola si basa su di una specifica tipologia di comicità, ovvero quella che io chiamerò "delle catastrofi o della sfiga".

Il protagonista, Paolo (il nostro bravissimo De Luigi), deve sposare la donna che ama, Margherita, e così decidono di fissare la data del matrimonio (pensate solo per un attimo che Alessandro Siani sarà il testimone dello sposo, e vi ho detto tutto)  e di andare per qualche giorno prima delle nozze a stare con i genitori di lei, nella grande casa dove si terrà la cerimonia.
Il problema è che Paolo si ritrova spessissimo in situazioni ingestibili, e continua a combinare guai e disastri per tutta la durata del soggiorno lì. Gliene capitano insomma di tutti i colori...
Quella prima del suo matrimonio, dunque si trasforma, nella peggior settimana della sua vita.

Il film è appunto scandito attraverso i giorni di questa CATASTROFIC WEEK (lun, mart, merc), settimana all'insegna di cibo vomitevole, compleanni di cagnolini di famiglia, nonne precipitate per le scale e toccatine alle tette della suocera...


Una commediola leggera e senza pretese, che però strappa diversi sorrisi.

Da notare il ruolo di Arisa che partecipa sia, con un suo brano, alla colonna sonora, sia come attrice nel ruolo della giovanissima compagna del padre di Paolo.


Voto: 6

Vi lascio oltre al Trailer, come al solito, anche una clip con alcuni bloopers sul set:




Per guardare una scheda dettagliata del film clicca qui



Comic Movie

E qui si preannuncia la catastrofe.


Io direi semplicemente di stendere una coperta pietosa su questo film (se è possibile chiamarlo film)...
Solo una piccola domanda..

PERCHE'????????

Come si fa a spendere dei soldi per produrre questa roba? Come fanno attori del calibro di Kate Winslet,  Halle BerryGerard ButlerAnna FarisRichard GereHugh JackmanLiev SchreiberNaomi Watts, ad accettare questo?

Ok, mi calmo... Probabilmente, mi sono detta, questa comicità "tutto sesso, niente senso" piace agli americani, li fa ridere... No, poi mi sono detta, purtroppo piace anche a molti italiani...

Comunque, il film è una produzione corale di vari registi (non ne bastava uno per inventarsi sta schifezza?)
suddiviso in 17 cortometraggi (di cui solo il primo mi ha fatto ridacchiare, quello con Kate Winslet).

Il film non ha trama e non ha alcun filo conduttore ( tranne un piccolo episodio che accompagna quasi tutto il film). Il senso di tutto questo doveva forse essere (così, giusto per trovargliene uno), il dissacrare vari aspetti importanti della vita di ognuno di noi : famiglia, amore, rapporto con gli animali, educazione, adolescenza, perversioni etc, etc.
Unico episodio degno di nota (per l'idea) è quello dei bambini rinchiusi nelle macchine, come la fotocopiatrice, su cui di solito si sfoga la propria frustrazione. Una sorta di pubblicità progresso della serie "chiedono solo un po' d'amore".

Dico solo questo:

Non andate a vederlo

Vi lascio il TRAILER in ogni caso.


Per guardare una scheda dettagliata del film clicca qui


Anche questa rubrica filmosa termina qui. Spero, come al solito, di avervi dato qualche spunto interessante.

Buona vita e buona visione.
Alla prossima.
                                                                                                                                   Federica


Il post è stato scritto interamente da me, pertanto tutti i diritti sono riservati. I testi non sono riproducibili in nessun caso.

1 commento:

  1. Ottime foto. Stupendo monster university e tenerissimo mike. In trance è un film tutto da scoprire e più va avanti e più ti prende, con un gran finale. Grande l' evocazione ,tratto da una storia vera e quindi ancora più inquietante, bel videoclip .Nella Peggior settimana della mia vita De Luigi è una garanzia , sufficiente Siani. Condivido il disprezzo e la delusione per Comic Movie un film volgare , indecente , non fa ridere e solo gli Americani possono vederlo.

    RispondiElimina

Ciao, lascia pure un segno del tuo passaggio... mi farai felice :)