lunedì 21 ottobre 2013

Un lunedì di...

Progetti,




















tenerezza
























e mal di pancia.



Buongiorno lettori, e buon inizio settimana!!
Eccoci arrivati al momento della rubrica del lunedì in cui cercherò di riassumere la settimana appena trascorsa, tramite alcuni punti guida :)! Per leggere la puntata precedente cliccate QUI.
Ovviamente tutti i Blog sono taggati (basta aggiungere all'inizio del post il link al mio blog Pezzi d'anima).

Cominciamo subito!


1 . Il proposito della settimana:

Fare più attività fisica (ho cominciato un corso di Zumba!!)
























2 . Il desiderio della settimana (realizzabile)



Mi sono innamorata di questi stivali di Zara. Neri, di pelle, gamba rigida e
tacco comodo. Sono perfetti per tutti i giorni, con un jeans all'interno e un cappottino.
Prezzo: 129 euro


3 . Il desiderio della settimana (irrealizzabile, almeno per ora!)

Collezionare insieme al mio fidanzato (abbiamo già iniziato) tutti i Dvd dei film che abbiamo visto assieme.
Io sono una collezionista nata, amo accumulare cose e soprattutto libri e film, perchè mi regalano emozioni.

Riusciranno i nostri eroi a trovarli e collezionarli tutti???
(considerate che abbiamo visto circa 500 film)





4 . Libro della settimana (non necessariamente quello letto questa settimana)

Il caffè sospeso - Luciano De Crescenzo

"Quando un napoletano è felice per qualche ragione, invece di pagare un solo caffè, quello che berrebbe lui, ne paga due, uno per sé e uno per il cliente che viene dopo. E come offrire un caffè al resto del mondo..." Il caffè sospeso è un'usanza partenopea, ma anche una filosofia di vita. Questo libro raccoglie il meglio dei suoi articoli usciti su quotidiani e riviste dal 1977 al 2007 e mai pubblicati in libreria. Filosofia greca applicata alla vita quotidiana, aneddoti pieni di senso non comune, l'Italia passata sotto la lente dell'ironia: un pezzo dopo l'altro il libro compone una perfetta summa del pensiero di Luciano De Crescenzo.









5 . Perchè proprio questo?

E' un regalo di mia Zia (che adoro!) e dunque per me ha un profondo significato ogni pagina, ogni parola, ogni punto contenuto in questo libro.


6 . Una frase da questo libro

Oggi non sarà una frase, ma un intero paragrafo. Si chiama " E chi vi dice che sia una disgrazia?"


"  C'era una volta un contadino cinese al quale era scappato un cavallo. Tutti i vicini cercarono di consolarlo, ma il vecchio cinese, calmissimo, rispose: " E chi vi dice che sia una disgrazia?". Accadde infatti che, il giorno dopo, proprio il cavallo che era fuggito ritornasse spontaneamente alla fattoria, portandosi dietro altri cinque cavalli selvaggi. I vicini, allora, si precipitarono dal vecchio cinese per congratularsi con lui, ma questi li fermò dicendo: "E chi vi dice che sia una fortuna?". Alcuni giorni dopo, il figlio del contadino, cavalcando uno di questi cavalli selvaggi, cadde e si ruppe una gamba. Nuove frasi di cordoglio dei vicini e solito commento del vecchio cinese : "E chi vi dice che sia una disgrazia?". Manco a farlo apposta, infatti, scoppiò una guerra, e l'unico a salvarsi fu proprio il figlio del contadino che, essendosi rotto una gamba, non era potuto partire per il fronte. 
Questa parabola non ha fine, e potremmo applicarla a molti avvenimenti della nostra vita, pubblica e privata. Spesso, quello che in un primo momento ci sembra irrimediabilmente nefasto può nascondere delle conseguenze positive assolutamente inaspettate, basta attendere un pò e lasciare che le cose abbiano il loro corso. Anche per i fatti, insomma, come per le persone, non bisogna mai aver fretta di giudicare dalle prime apparenze. "
Compralo qui:




7 . Un libro che avresti voluto leggere, ma non hai letto

Avrei voluto comprare e leggere  "Il diario di Bridget Jones" (adoro anche il film), perchè avevo voglia di qualcosa di divertente. Ma non l'ho comprato (mancanza di fondi), quindi non l'ho letto :) :) :) . Sarà comunque uno dei prossimi acquisti!!!



Mangia troppo, beve troppo, fuma troppo, ha una mamma troppo invadente, un uomo troppo sposato e troppo pochi "pretendenti". È il ritratto di una single di oggi, moderna trentenne in carriera, quale risulta dal diario di un anno della sua vita, dove vengono raccontati, con humor e ironia, i problemi, le speranze, le delusioni di una donna qualunque.





Compralo qui: 




8 . Un film che ti è rimasto dentro

"La duchessa" di Saul Dibb e con Keira Knightley, Ralph Fiennes, Charlotte Rampling, Dominic Cooper.






Sono una grande appassionata dei film in costume ambientati nel 700 o nell' 800. MI trasportano in un'altra epoca, in un mondo diverso. Questo è uno dei miei film preferiti ed ogni volta che lo riguardo mi emoziona.
Quando lo vidi a cinema, nel 2008 mi appassionai talmente tanto alla figura di questa donna del 700 che ne acquistai la biografia e la lessi tutta in pochi giorni. Vi consiglio anche il libro, poichè riesce a tracciare uno spaccato appassionante di quell'epoca, concentrandosi sulla straziante storia di Georgiana, la duchessa del Devonshire.




Ecco a voi il trailer:



E la scheda del film:  La duchessa

Compra il dvd qui:

        



9 . Un film che avresti voluto vedere, ma non hai visto

"A Royal Affair" di Nikolaj Arcel. Con Alicia Vikander, Mads Mikkelsen, Mikkel Følsgaard, Trine Dyrholm, David Dencik.

















Altro film in costume uscito nelle sale proprio questa settimana. Non ho avuto il tempo di andarlo a guardare ma mi sembra molto affascinante.
VI lascio il trailer:




E la scheda del film : A Royal Affair


10 . Acquisto migliore della settimana

Un paio di orecchini, super etnici, un po' tribali, dai colori autunnali e caldi ( sono molto grandi, come piacciono a me ).



















11 . Il brano che ti mette la pelle d'oca

"Lullabies" di Yuna 





12 . Il brano che ti ha fatto ballare 

"Treasure" di Bruno Mars




13 . Il brano che ti ha fatto chiudere gli occhi e muovere la testa 





14 . Opera d'arte (o artista) scoperta questa settimana

























Un'illustrazione poetica e delicata quella di Gabriel Pacheco. 


15 . Poesia of the Week
     

                    


 Svegliarsi in inverno

Il cielo è di stagno, ne sento il sapore in bocca: stagno vero.
L'alba d'inverno ha il colore del metallo,
Gli alberi, al loro posto, s’irrigidiscono come nervi bruciati.
Tutta la notte ho sognato di distruzioni, annientamenti-
Una catena di montaggio di gole tagliate, e tu e io
Che ci allontanavamo nella Chevrolet grigia, bevendo il verde
Veleno dei prati ammutoliti, le piccole lapidi di assicelle,
Silenziosi, su ruote di gomma, sulla strada per la stazione balneare.

Come echi dai balconi! Come il sole illuminava
I teschi, le ossa disfatte di fronte al panorama!
Aria! Aria! Le lenzuola stremate.
Le gambe del lettino fuse in atteggiamenti terribili, e le infermiere-
Ogni infermiera a incerottare la sua anima a una ferita e poi andare via.
Gli ospiti della morte non erano soddisfatti
Delle camere, dei sorrisi, dei bellissimi ficus,
O del mare, che leniva il loro senso spellato come la vecchia Madre
Morfina.

                                                                               Sylvia Plath




Bene. anche questo lunedì ce l'abbiamo fatta. Io spero di avervi tenuto compagnia oppure di avervi dato qualche spunto interessante.
Vi auguro buona vita e alla prossima!
                                                                                                                                        Federica



1 commento:

  1. Stupende ed emozionanti le foto iniziali. Riguardo all' attività fisica io sono più naturalista , cioè corse e passeggiate all' aria aperta .anche io amo collezionare film , grande De Crescenzo che unisce filosofia antica con la cultura napoletana (molto complessa). Stupendo il film "La Duchessa" , molto angosciante perché parla di una scelta dolorosa tra amore e famiglia , anche se io ho tifato fino all' ultimo per il coraggio di Georgiana , bellissimi orecchini , la canzone di yuma mi porta in un mondo magico, ottimo il quadro , così come la poesia che riflette la tristissima vita dell' autrice

    RispondiElimina

Ciao, lascia pure un segno del tuo passaggio... mi farai felice :)