venerdì 9 maggio 2014

L'insonnia della solitudine

#10
Recensione, o come al solito, le mie sconclusionate chiacchiere riguardo un film visto da poco. Per tutte le altre puntate : 1film,1000emozioni


In una Tokyo psichedelica e troppo grande per un solo cuore, troviamo Bob, un famoso attore americano ingaggiato per uno spot pubblicitario di un Whiskey, e Charlotte, una ragazza che ha accompagnato in Giappone il marito fotografo, per lavoro, e che si ritrova sola e spaesata, nei giorni e nelle sue notti insonni.
Entrambi soffrono di un'insonnia pervasiva e compulsiva. Un'insonnia di pensieri e solitudine, di dubbi e speranze, di dispiaceri e mancanze di abbracci.
Entrambi, non lo sanno, ma vagano nelle notti senza sonno, alla ricerca di qualcosa di più.

Si chiama Lost in translation - L'amore tradotto il film del 2003, scritto e diretto da Sofia Coppola che si aggiudicò il premio Oscar per la Miglior sceneggiatura originale. Due superbi interpreti, Bill Murray e Scarlett Johansson, interpretano due persone intrappolate in una vita troppo stretta per la loro anima.
Lui è un uomo ironico, scostante ma gentile, con quello sguardo un po' triste che fa tanta simpatia. Una personalità molto particolare, in bilico tra la genialità e la drammaticità.
Lei è una ragazza semplice, intelligente, laureata in filosofia. Con la sua bellezza fanciullesca e sensuale lo conquista immediatamente.
Insieme, in questa stramba città, senza un rifugio sicuro, ascoltano i giapponesi parlare e interagiscono con loro senza comprenderne il linguaggio, i gesti.
Che cos'è che si perde nella traduzione da una lingua all'altra? Quelle sfumature, quelle particelle, piccoli frammenti che compongono l'espressione di una persona. Eppure, non amiamo tutti allo stesso modo? Non sorridiamo tutti allo stesso modo?
Il loro modo particolare di leggere il mondo ci accompagna durante tutto il film e ci fa percepire la realtà con le caratteristiche che loro le associano. E' proprio qui che si rintana l'ironia di questo film delicato e piacevole; nel trovare ridicolo ciò che loro trovano ridicolo (vedi tutti i giapponesi che dicono in continuazione buongiorno, buongiorno, buongiorno...)
In una delle loro tante notti solitarie, il destino vuole che scoprano l'esistenza l'uno dell'altra.
L'incontro tra le loro insonnie provocherà la rottura dell'apatia e lo sbocciare di una nuova consapevolezza.
L'affinità dei loro spiriti è immediata,e il film ci narra, con una struttura che può sembrare piatta, ma che in realtà è semplicemente diversa dal solito, lo sbocciare del sentimento che li accomunerà. Un sentimento casto, tenero ma potente. Un sentimento che gli permette di fuggire, anche solo per un attimo, dalle loro tristezze, dalle loro insoddisfazioni e dalle loro insicurezze.

"Più conosci te stesso e sai quello che vuoi e meno ti lasci trascinare dagli eventi.""E' solo che io non so cosa voglio diventare"

Tra inquadrature mozzafiato, splendida musica ed un finale lieve ma indimenticabile, Sofia Coppola ci fa appassionare e confondere, trascinandoci nel vortice delle emozioni contrastanti dei due protagonisti.
I silenzi e la splendida colonna sonora si alternano facendo da sfondo ad una storia tutt'altro che semplice, anzi complicata come lo sono i sentimenti umani. Ed in questo turbinio di scene, canzoni, parole, luci e colori lo sguardo dello spettatore si perde e si affascina, e traballando su un filo, arriva alla fine.
Chissa se poi, due completi sconosciuti, possono davvero aiutarsi a prendere sonno, a rassegnarsi o a rasserenarsi alla propria vita, riconciliarsi con quella che è la realtà.
Perchè dopotutto, dormire un sonno tranquillo, vuol dire sapere di aver vissuto quel giorno con tutte le possibilità che ci ha offerto e sapere che domani ne troveremo un altro davanti a noi, diverso e bellissimo.


Vi lascio il trailer:




E vi lascio un brano sull'insonnia scritto da me un pochettino di tempo fa. Spero vi piaccia:
Succede di notte

Cosa ne pensate di questo film? L'avete visto? Vi è piaciuto?
Io penso che guarderò tutta la filmografia di Sofia Coppola, perchè la sua regia rientra molto nei miei gusti.

Buona vita e buona visione!


6 commenti:

  1. Ciao Fede ...:) mi sono appena iscritta complimenti per il blog e per la recensione!!! :) ti verrò a trovare spesso!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille davvero! Puoi passare quando vuoi!!

      Elimina
  2. Grazie per essere passata dal mio blog e per il bel commento :* Anche il tuo è molto carino e vedo che sei una lettrice accanita come me :D ottimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E di cosa? ll tuo blog è davvero splendido!

      Elimina
  3. Molto iinteressante la tua recensione...confesso che avevo sempre snobbato questo film, ma tu mi hai fatto venire il dubbio che forse ho sbagliato e che dovrò guardarlo presto! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) Si è un film molto particolare, ma secondo me è da vedere almeno una volta! Poi fammi sapere!!!

      Elimina

Ciao, lascia pure un segno del tuo passaggio... mi farai felice :)