giovedì 8 maggio 2014

Profumo di pagine nuove #6 - Opere d'arte mai nate e colori forti


#6
In questa rubrica, ogni Giovedì, vi mostro le novità libresche interessanti secondo me. Per tutte le altre puntate--> Profumo di Pagine nuove


Buongiorno dormiglioni (come me) e mattinieri, follower carissimi e visitatori del mio amato blog.
Si, stamattina sono romantica. Più che altro sono eccitatissima all'idea che tra poco più di 24 ore sarò al Salone di Torino per la prima volta nella mia vita :)
Lo so che non posso ringraziare ogni singola persona che si iscrive al mio blog, ma che devo farci, mi emoziono troppo... 50 followers!! Ho in serbo una sorpresina per tutti voi, non temete!

Ma, veniamo al motivo di questo post, che sarà l'ultimo che scriverò e pubblicherò in tempo reale. Infatti domani, dopodomani e domenica (se ci riesco) ho intenzione di programmare qualche post per tenere comunque il blog in attività.
Oggi novità libresche! Ebbene si, cosa ho scovato di interessante tra scaffali reali e virtuali??
Andiamo a vedere...



Titolo: Il nero e l'argento
Autore: Paolo Giordano
Editore: Einaudi
Pagine: 118
Prezzo: 15 euro (cosa?!)

Trama:
E dentro le stanze che le famiglie crescono: strepitanti, incerte, allegre, spaventate. Giovani coppie alle prime armi, pronte ad abbracciarsi o a perdersi. Come Nora e suo marito. Ma di quelle stanze bisogna prima o poi spalancare porte e finestre, aprirsi al tempo che passa, all'aria di fuori. "A lungo andare ogni amore ha bisogno di qualcuno che lo veda e riconosca, che lo avvalori, altrimenti rischia di essere scambiato per un malinteso". E così che la signora A., nell'attimo stesso in cui entra in casa per occuparsi delle faccende domestiche, diventa la custode della loro relazione, la bussola per orientarsi nella bonaccia e nella burrasca. Con le pantofole allineate accanto alla porta e gli scontrini esatti al centesimo, l'appropriazione indebita della cucina e i pochi tesori di una sua vita segreta, appare fin da subito solida, testarda, magica, incrollabile. "La signora A. era la sola vera testimone dell'impresa che compivamo giorno dopo giorno, la sola testimone del legame che ci univa. Senza il suo sguardo ci sentivamo in pericolo".

Cosa mi ha colpita:
Ok... Copertina (la solita maledetta, bellissima grafica Einaudi, nella sua nuda semplicità) e sicuramente la trama. Sono un'amante delle storie che analizzano il procedere di un legame, di un amore, nell'andamento complicato e quotidiano che la vita impone.

Quando mi piacerebbe leggerlo:
A bordo piscina, con l'odore aspro del cloro nelle narici e un bicchiere d'aranciata fredda da sorseggiare.








Titolo: Se chiedi al vento di restare
Autore: Paola Cereda
Editore: Piemme
Pagine: 220
Prezzo: 14,50 euro

Trama:
Agata non sa nulla dell'amore e della bellezza. E' una ragazza semplice, cresciuta su un'isola nel mezzo del Mediterraneo, da un padre distante, che è solo capace di toccare il ferro della sua fucina, e una zia bigotta, invecchiata anzitempo e terrorizzata all'idea di volerle bene. Al posto di una madre, un'assenza, sotto forma di un vestito azzurro sepolto in un armadio. Al posto delle carezze che meriterebbe, parole dure che feriscono come schiaffi. E la scoperta della passione a cambiare per sempre il corso della sua esistenza. Per la cucina, grazie alla creazione di una salsa capace di dispensare il buonumore e far gustare il mondo. Per un giovane addestratore di cavalli in un circo, Dumitru, che le fa capire, in un muto linguaggio di soli gesti, che la vita non è un inferno, come le hanno fatto sempre credere. E il piacere di un istante, un paio di scarpe rosse che danno scandalo, un ballo silenzioso con l'uomo amato e la pienezza che si prova solo realizzando i propri sogni. Così Agata inizia finalmente e vivere, a ribellarsi a un mondo chiuso, schiacciato dal moralismo, dalla corruzione, dalla prepotenza. Ma lì è nata, e lì vuole rimanere. Capirà che l'amore e la bellezza, in fondo, sono come il vento. Se non chiedi loro di restare, rimarranno a riempire i tuoi giorni.

Cosa mi ha colpita:
Non resisto all'abbinamento mare, muretto scorticato e capelli al vento! No, scherzo. Oltre alla splendida copertina sono stata molto attratta dalla storia di una ragazza che impara con le sue forze ad apprezzare il gusto delle piccole cose che rendono bella la vita.

Quando mi piacerebbe leggerlo:
Anche qui, mi spiace, ma lo vedo un libro potenzialmente estivo. Troverei un posto molto simile a quello della copertina : uno scoglio a picco sul mare, ma mi accontenterei anche di una finestrella che si apre sull'azzurro.








Titolo: Una ragione per vivere
Autore: Rebecca Donovan
Editore: Newton Compton
Pagine: 320
Prezzo: 9,90 euro

Trama:
Nella cittadina di Weslyn, nel Connecticut, dove la maggior parte delle persone si preoccupa dei fatti degli altri, Emma Thomas avrebbe preferito non essere vista da tutti. Emma cerca di dare l'impressione di essere una ragazza a posto e che vada tutto bene tirando giù le maniche per nascondere i lividi non volendo che qualcuno possa immaginare come stiano veramente le cose nella sua vita. Senza averlo cercato o atteso, ecco che Emma si trova a tu per tu con l'Amore. Ma a questo punto nascondere il suo segreto sarà un rischio che dovrà per forza correre...

Cosa mi ha colpita:
Esce proprio oggi il terzo capitolo de "Il nostro segreto universo", una trilogia d'amore di cui ho già comprato i primi due volumi e stavo aspettando l'uscita del terzo per iniziare a leggere. Speriamo mi piaccia. No, in questo caso la copertina non mi fa impazzire. Adesso la Newton Compton ha preso la fissazione per le faccione (per quanto molto belle) in primissimo piano. La storia, invece, sembra molto interessante. 
I precedenti volumi della serie sono: Una ragione per amare e Una ragione per restare.

Quando mi piacerebbe leggerlo:
 uuups... Oggi selezione estiva, direi. No, è che avevo già messo in conto di papparmi tutta questa trilogia nel mese di Giugno o di Luglio. Eh, eh.. rinominiamo il post : Consigli libreschi per l'estate. (Ehi, un post così lo devo fare davvero agli inizi di Giugno *.*)








Titolo: Il quadro mai dipinto
Autore: Massimo Bisotti
Editore: Mondadori
Pagine: 221
Prezzo: 15 euro

Trama:
Patrick è un insegnante e un pittore con l'ossessione per la perfezione. In una mattina di giugno entra per l'ultima lezione nella sua aula dell'Accademia di Belle Arti. E pronto a lasciare Roma per ripartire da zero a Venezia, città fatta d'acqua e d'incanto. Torna a casa e prima di partire decide di andare in soffitta per dare un ultimo sguardo al quadro che ritrae la donna che ha molto amato, la donna il cui ricordo porta sempre con sé. Ma, quando scopre la tela, la vede vuota: la donna sembra avere abbandonato il quadro. Sgomento, Patrick copre nuovamente il dipinto. In fretta e furia abbandona la soffitta e Roma, e corre all'aeroporto. Durante il volo, però, batte la testa e all'arrivo si ritrova confuso, non riesce a ricordare bene il motivo per cui è partito. Ma in tasca ha un biglietto con un indirizzo e un nome: "Residenza Punto Feliz". Si recherà là e troverà una nuova e strana famiglia pronta ad accoglierlo. Miguel, il proprietario della pensione, uno spagnolo saggio cui è facile affidarsi; Vince, gondoliere con il cuore spezzato da un amore andato male; e il piccolo Enrique, curioso ed entusiasta come solo i bambini sanno essere. La nuova vita di Patrick scorre tra amnesie e scoperte, finché a una festa incontra Raquel e non ha dubbi: è lei, la donna che è fuggita dal suo quadro. Un libro sul perdersi e il ritrovarsi, sulla memoria e l'accettazione di se stessi, sull'importanza di restare fedeli al precetto più vero e necessario: "mai controcuore".

Cosa mi ha colpita:
Questo penso che sarà uno degli acquisti che farò al Salone :) Non si può proprio resistere a questa trama magica, a questa copertina poetica... No, no. Sarà mio ah ah ah *risata malefica*

Quando mi piacerebbe leggerlo:
 Libro malinconico, adatto alle sere calde di Maggio ( e giuro che non lo dico perchè ho intenzione di leggerlo quasi immediatamente)... (o forse si?).









Titolo: La fragile costellazione della vita 
Autore: Anthony Marra
Editore: Piemme
Pagine: 416
Prezzo: 18,50 euro

Trama:
La vita non è mai una linea retta. E la sua era un'orbita irregolare attorno a una stella oscura, una falena che girava attorno a una lampadina fulminata, alla ricerca della luce che aveva racchiuso. Un uomo e una bambina fuggono nei boschi; alle loro spalle, una casa in fiamme, distrutta dai soldati russi che hanno arrestato il padre della bambina e che ora stanno cercando anche lei. L'uomo si chiama Achmed: medico (incompetente) di professione, artista (mancato) per vocazione, nella vita ha sbagliato tutto, ma ora non può fallire, deve salvare la piccola Havaa, figlia di colui che un tempo era il suo migliore amico. E' pronto a rischiare la vita pur di portarla in città, è disposto a tutto pur di chiedere aiuto a una donna di cui conosce soltanto il nome: Sonja. Lei fa il chirurgo, e ha abbandonato una brillante carriera a Londra per tornare in Cecenia a cercare la sorella scomparsa. Insieme a un'unica infermiera, gestisce ciò che resta dell'ospedale della città, dove è più facile procurarsi munizioni che garze, le suture si fanno con il filo interdentale, e due soli reparti sono ancora in funzione: maternità e traumatologia. Perché la vita, dopo anni di guerra, ormai è semplice, essenziale: si nasce, si muore. Grazie ad Havaa, nel corso di cinque giorni cruciali, Achmed e Sonja scopriranno gli intrecci invisibili che legano da sempre le loro strade. Perché Havaa è la forza che attrae i destini in un'unica orbita...

Cosa mi ha colpita:
Il titolo è davvero suggestivo, a mio parere. Richiama alla mente riflessioni importanti. E questo mi piace sempre. La vicenda sembra un po' intricata ma staremo a vedere...

Quando mi piacerebbe leggerlo:
Novembre, il mese che per me è il più filosofico di tutti. E non mi chiedete perchè, ma io in quel periodo mi sento filosofa, pensatrice. :)





Cosa ne pensate di questi titoli? Vi ispirano? Li acquisterete?

E' arrivato anche oggi il momento di salutarvi, vado a preparare qualche post da lasciarvi i questi giorni (ho in mente la recensione di un film per domani e una Radio Week per Sabato, Domenica invece una sorpresina per la festa della mamma), quindi restate sintonizzati!!!
Lunedì il blog farà una piccola pausa e la programmazione normale delle rubriche riprenderà da Martedì 13 Maggio.

Buona vita e buone letture, e per chi ci sarà, buon Salone!







2 commenti:

  1. molto bello e misterioso il primo libro ,stupenda copertina .stupendo il titolo del secondo libro bella trama, una ragazza che senza snaturarsi scopre la voglia di vivere. tragico il terzo libro ma terribilmente attuale. pieno di fantasia il quarto libro. bellissimo il titolo dell' ultimo , mi ricorda che la vita è una cosa bella e imprevedibile , non piatta e regolare. tu hai la capacità di scegliere varie tematiche, vari sentimenti, varie emozioni, brava

    RispondiElimina

Ciao, lascia pure un segno del tuo passaggio... mi farai felice :)