venerdì 6 giugno 2014

Profumo di pagine nuove #10 - Non posso comprare tutto!

#10

Buongiorno miei carissimi lettori, 
oggi per me è cominciata una giornata di sonnolenza e mille pensieri, allietata solo dal fatto che posso passare un po' di tempo in più a scrivere e leggere.
Prima di cominciare con il motivo vero e proprio di questo post però, volevo segnalarvi alcune promozioni in libreria davvero importanti per noi spendaccione:
-25% su tutti gli Oscar Mondadori fino al 30 Giugno
-25% su tutti gli ET (Einaudi Tascabili) fino al 4 Luglio
-25% sui Classici dell'Universale Economica Feltrinelli fino al 3 Luglio
-20 % sui titoli Beat
-25 % su Bur, Vintage e Tascabili Bompiani
-25% sulla Piccola Biblioteca Adelphi
Cioè in sostanza quasi tutti i tascabili sono in sconto. Approfittatene, mi raccomando!!!
Ma ora veniamo al reale motivo del post, ovvero le novità editoriali di questa settimana, la prima di giugno, il preludio dell'estate.


Titolo: Svegliamoci pure, ma a un'ora decente
Autore: Joshua Ferris
Editore: Neri Pozza
Pagine: 367
Prezzo: 17 euro

Trama:
Paul O'Rourke vive a New York in un appartamento su due livelli con vista sulla Brooklyn Promenade. Va a cena tre o quattro volte a settimana da chef che hanno parecchie stelle Michelin, infanzie trascorse nella valle del Rodano e show televisivi tutti loro. Si aggira in luoghi dove le scorte di vino, da sole, fanno sembrare l'Impero romano una zona depressa del Kansas. Ha uno studio di dentista che occupa metà del piano terra di un condominio dietro Park Avenue, la strada più elegante del mondo, dove i portieri si vestono con tanto di guanti e berretto e aprono le porte ad anziane vedove con cagnolino. E' capace di lavorare in cinque postazioni situate in cinque sale diverse, e di fare, cosi, soldi a palate. Tifa per i Red Sox che, nel 2004, soffiarono persino il titolo agli Yankees e vinsero le World Series. In una sola estate, per due mesi, ha anche profuso tutte le sue energie migliori nel golf. E, tuttavia, Paul O'Rourke ha un grave problema: tutte queste cose che racchiudono la sua vita gli appaiono soltanto parti. E le parti - e qui viene la fregatura - non sono tutto. Uno studio di dentista di successo non è tutto, i Red Sox, il lavoro, lo svago, gli chef, niente può essere veramente tutto, se ciascuna cosa riesce a occupare perfettamente il tempo soltanto per un certo periodo. Persino Connie, la ragazza con cui ha avuto un'intensa relazione, non può essere tutto.

Cosa mi ha colpita:
Il titolo è davvero intrigante, i soliti titoli che scatenano la mia estrema curiosità : lunghi, complessi, bizzarri. E poi : I LOVE NERI POZZA!

Quando mi piacerebbe leggerlo:
A Novembre,  durante una giornata triste di pioggia.




Titolo: Sei grande, Marcus 
Autore: Pierre Chazal
Editore: Einaudi
Pagine: 228
Prezzo: 18,50 euro

Trama:
Siamo a Lille (e dintorni), all'inizio degli anni Novanta. 
Pierrot, un giovane ambulante che vende ortaggi nei mercati della zona, riceve in affidamento Marcus, un bambino di circa sette anni. Marcus è il figlio di Hélène, una giovane e inquieta tossicodipendente che si è suicidata gettandosi da un ponte dopo aver lasciato una lettera a Pierrot. Dopo la morte dell'amica, è Fabienne, anche lei del gruppo, anche lei tossica, a portare Marcus da Pierrot prima di entrare in clinica per disintossicarsi. Marcus si trova così a vivere a casa di Pierrot, lo chiama padrino, e quasi subito nasce tra i due una vicinanza che diventa sempre più forte. A creare questo legame contribuisce l'intera comunità. Naturalmente il ragazzino deve affrontare anche le prime difficoltà: la scuola, le differenze sociali, le scazzottate con i compagni, i pantaloni strappati e il cuore ferito. Ma insieme sperimenta anche il calore delle cene in una famiglia rumorosa e allegra, i giochi con i bambini della comunità allargata e le festività trascorse in compagnia. Tutto sembra andare per il meglio, quando però, colpo di scena, la narrazione si sposta in un luogo chiuso, colmo di sofferenze e sopraffazioni. Pierrot è in carcere e un nuovo mistero aleggia sulla vita del quartiere, un mistero che la sua variopinta, infaticabile e coraggiosa comunità saprà, ancora una volta, affrontare.

Cosa mi ha colpita:
La grafica di copertina è molto dolce e delicata. Mi ricorda lo stile di Gipi.
 La trama sembra affascinante e soprattutto originalissima. Questo è uno di quelli che bramo maggiormente di questa selezione.

Quando mi piacerebbe leggerlo:
In un luogo caldo e accogliente, che mi faccia sentire a casa.




Titolo: L'amore nel vento
Autore: Katja Kettu
Editore: Salani
Pagine: 350
Prezzo: 15,90 euro

Trama:
Finlandia, estate del 1944. Nel paese in cui vive "lei" è un'emarginata, figlia di un comunista assassinato tempo prima. "Lei" fa la levatrice, fa nascere i bambini, il suo mondo è fatto di sangue e vita, di calore e carni soffici di neonati. Fino a che non arriva lui, il tenente tedesco delle SS dagli stivali lucidissimi, che la guarda come nessun uomo l'ha mai guardata prima. E le cambia la vita, per sempre, portandola lontano dal suo villaggio, conducendola in luoghi in cui solo la passione può spingere una persona. Una storia d'amore impossibile che nasce in circostanze estreme.




Cosa mi ha colpita:
Storia misteriosa e ambigua, mescolata a fatti storici che suscitano in me sempre grande interesse.

Quando mi piacerebbe leggerlo:
Durante le calde giornate estive che si stanno avvicinando.




Titolo: Istruzioni per un'ondata di caldo
Autore: Maggie O'Farrell
Editore: Guanda
Pagine: 309
Prezzo: 18,50 euro

Trama:
E il luglio del 1976 e una straordinaria ondata di caldo avviluppa Londra. Non piove da mesi, i giardini sono invasi dagli afidi e l'acqua è razionata. Nella casa di Greta e Robert, due coniugi irlandesi di mezza età da tempo trapiantati in Inghilterra, è una mattina come tante. Robert esce a comprare il giornale, ma non fa più ritorno. La moglie non ci mette molto a scoprire che l'uomo ha preso con sé il passaporto e parecchio denaro. Ma dove è andato? La scomparsa del padre riporta a casa i tre figli, ormai lontani, ognuno alle prese con i suoi problemi. Michael Francis, il maggiore, sta attraversando una profonda crisi matrimoniale ed è sull'orlo del divorzio; Monica, la secondogenita, vive nella campagna inglese con il nuovo marito e le figlie di lui, che la detestano; e Aoife, la minore, che è sempre stata la più ribelle, si è trasferita a New York dopo una violenta lite con la sorella, alla ricerca di un difficile riscatto professionale e di una nuova vita. Mentre si susseguono le ipotesi su dove sia andato Robert, i tre figli non sanno che la madre nasconde un segreto che potrebbe spiegare tutto... Questo incontro "forzato" sarà l'occasione per confrontarsi su quello che è stato, riconsiderare il presente e i rapporti che veramente contano...

Cosa mi ha colpita:
La spiaggia in copertina mi ricorda il luogo dove di solito vado in vacanza. Spiagge deserte, selvagge, incontaminate. La trama è un po' meno convincente, ma non saprei.

Quando mi piacerebbe leggerlo:
Ovviamente d'estate, su quelle spiagge deserte.



Titolo: Sette di noi
Autore: Margherita D'Amico
Editore: Bompiani 
Pagine: 135
Prezzo: 16 euro

Trama:
Sette racconti, sette storie autonome una dall'altra popolate da personaggi diversi per età, contesto sociale, motivazioni: fra loro una bambina prodigio costretta a nascondersi, un fabbro che di malavoglia si avventura alla riscossione di un credito, un ricco finanziere prigioniero del ricordo della prima moglie, un giovane bullo di periferia alle prese con una sfida tanto inaspettata quanto definitiva. Niente li accomuna, all'apparenza. Ma il destino di ciascuno di loro è sottilmente legato a un elemento di vita altra, si nasconda esso in un giardino o dietro i passi di un cavallo, finanche in un'idea capace di deviare a sorpresa il corso degli avvenimenti, avviando il lettore a una differente, più profonda percezione del misterioso "noi" cui allude il titolo.

Cosa mi ha colpita:
Conoscevo già il nome dell'autrice, per la sua trilogia sull'adolescenza, e questa sua nuova pubblicazione ha attirato immediatamente la mia attenzione. Non per un motivo preciso, in realtà. Mi attira e basta (mi capita molto spesso con i libri, vado molto a naso).

Quando mi piacerebbe leggerlo:
Ma...secondo me, questo è uno di quei libri che puoi leggere ovunque, in ogni luogo e in ogni stagione. E' un po' come i blue jeans.









Anche questa puntata di Profumo di pagine nuove termina qui. Fatemi, come al solito, sapere cosa ne pensate, se vi piacciono questi titoli, quali comprerete e quali no.
A prestissimo!

Buona vita e buone letture.


15 commenti:

  1. Ciao Federica! Mi ispira moltissimo l'ambientazione di "L'amore nel vento", non ho mai letto un libro ambientato in Finlandia...poi mi tenti con tutte le promozioni che hai elencato! =) Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh Eh sono molto tentata anche io!!
      Penso che una puntatina in libreria sicuramente la farò...

      Elimina
  2. Questa rubrica è molto interessante. Le novità editoriali mi piacciono tutte, "Sei grande,Marcus" mi ispira per l'originalità della trama. Prendo nota:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è estremamente originale. Anche a me ispira moltissimo!

      Elimina
  3. Wooow cosi tanti sconti?? Direi di approfittarne

    RispondiElimina
  4. Sconti. Sconti. SCONTIIII!!!! *esce di corsa di casa*
    ps.: sono una nuova follower (nome Heroine) .. se andasse di fare un salto da me, mi farebbe piacere! (libridicristallo.blogspot.it)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ilenia, grazie mille di essere diventata una nuova lettrice del mio piccolo blog (che spero ti piaccia). Seguo il tuo già da tempo!!!

      Elimina
  5. Questi sconti sono un attentato a alle nostre tasche: moriremo povere, ma felici!
    Interessante Sette di noi di Margherita D'Amico, mi era sfuggito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, mi piace! Povera ma attaccata come una cozza ai miei amati libri :) ahuahuha

      Elimina
  6. Sicuramente mi fiondero' sugli sconti Mondadori! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me interessano molto anche gli Einaudi tascabili :)

      Elimina
  7. Ciao Fede ^.^
    Il romanzo di Ferris mi ispira, sarà per il cognome del protagonista Rourke, uno dei miei preferiti xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me sembra interessantissimo !! Chissà...

      Elimina
  8. come sempre scelte stupende . il primo libro mi intriga molto e mi fa pensare che forse la felicità non esiste . il secondo libro è su un rapporto complicato ma che secondo me è da lacrime . il terzo libro mi intriga perché per una volta si parla delle ss in positivo, un tenente che ama alla follia. bella la copertina del quarto libro , una famiglia che si riunisce per ritrovare il padre. ultimo libro tutto da scoprire

    RispondiElimina

Ciao, lascia pure un segno del tuo passaggio... mi farai felice :)