giovedì 8 gennaio 2015

Di scontri generazionali, famiglie numerose e ragazzini con voci nascoste




Buongiorno lettori e bentornati su Sfogliando la vita.
Prima di iniziare una nuova giornata di studio matto e disperatissimo (sono in mood leopardiano), eccomi qui con un nuovo post.
Oggi, come ogni Giovedì, ritorna la rubrica sulle ultime novità in libreria.
Non ho da proporvi moltissimi titoli poichè le nuove uscite sono davvero poche e poco interessanti. Ora vi mostro quelli che hanno stuzzicato la mia curiosità.


#14
dal 2 al 7 Gennaio 2015




Titolo: Le dodici tribù di Hattie 
Autore: Ayana Mathis 
Editore: Einaudi
Pagine: 284
Prezzo: 21 euro

Trama:
Nel 1923, Hattie Shepherd - quindici anni - lascia la Georgia e si trasferisce a Philadephia, nella speranza di conquistare la sua fetta di sogno americano. 
Due anni dopo sposa August e insieme vanno a vivere in Wayne Street: è una piccola casa in affitto ma i vicini sono gentili e poi, le assicura il marito, è una sistemazione provvisoria finché non ne compreranno una. Ma non sarà così, e in quella casa rimarranno per molti anni (la prima delle molte delusioni che le darà August): lì Hattie crescerà i suoi molti figli, la sua "tribù", preparandoli a quel mondo che ha imparato a conoscere, un mondo che fa di tutto per spezzarti e respingerti. Un mondo, però, a cui non puoi darla vinta. Dodici vite, dodici storie che si fondono in un monumentale affresco corale. Un intreccio perfetto, per raccontare l'amore e la perdita, la volontà e le incrollabili speranze di una famiglia che attraversa, con coraggio e caparbietà, otto decenni di storia americana.

Cosa mi ha colpita:
Questa è una delle uscite più interessanti. 
Una sorta di saga familiare basata su un'unica tribù numerosissima. Una storia di delusioni, rivincite, coraggio. Insomma proprio il tipo di racconto che piace a me.
Le copertine Einaudi, semplici ma allo stesso tempo estremamente evocative, fanno sempre centro.

Quando mi piacerebbe leggerlo:
Romanzo adatto ai lunghi pomeriggi d'inizio autunno.






Titolo: Se mi amassi 
Autore: Doris J. Lorenz
Editore: Piemme
Pagine: 363
Prezzo: 12,90 euro

Trama:
A pochi giorni dall'inizio del primo anno di università a Monaco di Baviera, Lene Winter non è disposta a lasciare che quel ragazzo, apparso dal nulla nel labirinto degli specchi, cambi la sua vita fatta di certezze per farla ripiombare nell'insicurezza che le ha segnato l'adolescenza. 
Shaun Keller, invece, desidera vincere il campionato nazionale di motociclismo, e ha bisogno di lei. Un passato nelle piste e una sensibilità innata per i motori fanno di Lene un tecnico prezioso, ma lei non vuole tornare alla vita agonistica: ha paura, da quando il padre è morto in un incidente. Shaun cercherà di farle capire che lui non è solo un ottimo pilota che attira schiere di fan, disposte a tutto pur di avvicinarlo, ma anche un tenero e appassionato amante che saprà parlare al suo cuore ferito. 
E' stato il destino a farli incontrare, e Shaun non ha intenzione di perderla.

Cosa mi ha colpita:
Nulla ahahah
No dai, è una classica e banaluccia storia d'amore che però ogni tanto serve. L'unica cosa che mi incuriosisce è il fatto che lei è universitaria.

Quando mi piacerebbe leggerlo:
Una sera d'estate.





Titolo: Una luce improvvisa
Autore: Garth Stein
Editore: Piemme
Pagine: 433
Prezzo: 18,50 euro

Trama:
E' un pomeriggio d'estate e Trevor Riddell è in viaggio verso Seattle con suo padre. Viaggiano in silenzio: Trevor, quattordicenne, pensa ai genitori che si stanno separando, e gli sembra una cosa impossibile. Suo padre Jones guida, e intanto pensa al proprio fallimento economico, a sua moglie che si è allontanata, e alla grande casa di famiglia, dove ora è diretto con il figlio per un motivo che conosce soltanto lui. Lì, tra le mura di Riddell House, una immensa magione nei boschi, ormai mangiata dall'edera, fatta di mille stanze, sale da ballo e salotti un tempo sempre illuminati, si è svolta la storia dei suoi avi - piena di luci e bagliori, ma anche di ombre e oscurità. Una storia che comincia con il bis-bis nonno Elijah, barone del legname, colpevole di aver sventrato le foreste americane, ai primi del '900, accumulando una fortuna immensa. E continua con i suoi figli e i figli dei suoi figli, vite splendide o spezzate, avvolte nel mistero del tempo, consumate tra errori, amori sbagliati, sogni troppo grandi. Spetterà al giovane Trevor, nella lunga, magica estate che lo aspetta, gettare luce sui misteri di Riddell House, e aiutare suo padre a riconciliarsi con il passato della sua famiglia, scoprendo che cosa ha avvelenato a poco a poco i suoi membri, per generazioni, come una maledizione.

Cosa mi ha colpita:
La copertina è davvero bellissima, con questo blu scuro che sfuma fino al bianco.
Di Garth Stein ho già L'arte di correre sotto la pioggia, che mio padre dice essere molto carino.

Quando mi piacerebbe leggerlo:
Dentro casa, al calduccio. Una serata solitaria, un po' triste.






Titolo: Le sette sorelle 
Autore: Lucinda Riley
Editore: Giunti
Pagine: 624
Prezzo: 9,90 euro

Trama:
Maia è sempre stata la più tranquilla e affidabile delle sue cinque sorelle. L'unica che è rimasta ad abitare con il padre ad Atlantis, lo splendido castello sul lago di Ginevra. La telefonata della governante arriva, inaspettata, proprio quando lei non si trova lì: suo padre, Salt, è morto. Un uomo misterioso e affascinante che ha adottato sei bambine, in sei paesi diversi, e le ha battezzate con il nome di una stella. Un uomo del quale nessuno, nemmeno il suo avvocato e caro amico, conosce il passato. Al loro rientro ad Atlantis, le sorelle scoprono che il padre ha lasciato loro uno strano testamento, una sfera armillare, i cui anelli recano incise alcune coordinate. Maia sarà la prima a trovare il coraggio di decifrarle e a partire alla ricerca delle sue origini. 
Nel Brasile degli anni '20, Izabela Bonifacio è una donna vivace, intelligente e di rara bellezza. Il padre l'ha convinta ad accettare un matrimonio di convenienza che aprirà loro le porte dell'aristocrazia di Rio. Amica dell'architetto Heitor da Silva Costa, impegnato nella costruzione della statua del Cristo Redentore, Izabela otterrà il permesso di accompagnarlo in Europa nei mesi antecedenti il matrimonio. E sarà a Parigi che troverà il vero amore. Ma ogni scelta ha le sue conseguenze...

Cosa mi ha colpita:
Wow! La trama è davvero intrigante, anche se non ho mai letto nulla di questa autrice.
Questo è uno di quelli che mi incuriosisce maggiormente. Queste sorelle, le loro diverse origini... Non so, voi che dite? 

Quando mi piacerebbe leggerlo:
Una notte insonne di primavera.




Titolo: Una più uno
Autore: Jojo Moyes
Editore: Mondadori
Pagine: 366
Prezzo: 16 euro

Trama:
Jess Thomas, giovane mamma single con due figli da mantenere, fa del suo meglio per vivere dignitosamente, ma i sacrifici sono molti, specie quando non c'è nessuno che ti possa dare una mano. Suo marito se ne è andato da tempo, sua figlia Tanzie è un genietto dei numeri, ma per far fruttare il suo talento matematico c'è bisogno di un aiuto concreto. E poi c'è Nicky, un adolescente difficile come tutti i ragazzi della sua età, vittima di bullismo, che non può certo combattere da solo... 
La famiglia di Jess è proprio scombinata e spesso lei non sa come fare e corre dei rischi inutili, finché inaspettatamente sul suo cammino incontra Ed Nicholls, quell'antipatico uomo d'affari cui lei pulisce la casa per arrotondare. Jess e Ed non si conoscono affatto. Jess non sa che lui è travolto da una crisi profonda e che uno stupido errore gli è costato tutto, e Ed non sa fino a che punto la ragazza sia nei guai, ma entrambi sanno cosa significhi essere davvero soli e desiderano la stessa cosa. Capiscono, nonostante la loro diversità, che hanno molto da imparare l'uno dall'altra e che una più uno fa più di due. In questo suo nuovo romanzo, Jojo Moyes racconta con grande empatia una storia d'amore insolita e coinvolgente tra due persone che si incontrano in circostanze inverosimili, come solo la vita sa riservare.

Cosa mi ha colpita:
Ed esce anche il nuovo romanzo di Jojo Moyes, che non ha una trama super originale ma secondo me può celare grandi sorprese!

Quando mi piacerebbe leggerlo:
Tra la frenesia della vita quotidiana, in mezzo alla strada su panchine fredde.






Titolo: Il messaggero
Autore: Markus Zusak
Editore: Frassinelli
Pagine: 403
Prezzo: 17,90 euro

Trama:
L'esistenza di Ed Kennedy scorre tranquilla. Fino al giorno in cui diventa un eroe. Ed ha diciannove anni, una passione sfrenata per i libri, un lavoro da tassista piuttosto precario che gli permette di vivacchiare, e nessuna prospettiva per il futuro. Quando non legge, passa il tempo con gli amici giocando a carte davanti a un bicchiere di birra o porta a spasso il Portinaio, il suo cane, che beve troppo caffè e puzza anche quando è pulito. Con le donne non è particolarmente disinvolto, perché l'unica ragazza che gli interessi davvero è Audrey, la ragione per cui è rimasto in quel posto senza vie d'uscita. Capace di colpirlo al cuore con una frase: "Sei il mio migliore amico". Non serve una pallottola per uccidere un uomo, bastano le parole. Tutto sembra così tremendamente immutabile: finché il caso mette un rapinatore sulla sua strada, e Ed diventa l'eroe del giorno. Da quel momento, comincia a ricevere strani messaggi scritti su carte da gioco, ognuno dei quali lo guida verso nuove memorabili imprese. E mentre Ed diventa sempre più popolare, mentre nota una luce diversa negli occhi di Audrey e la gente lo saluta per strada, inizia a domandarsi: da dove arrivano i messaggi, chi è il messaggero?

Cosa mi ha colpita:
Io avevo amato La bambina che salvava i libri (tanto che l'ho inserito anche nella Top 10 del 2014). Ma questo libro non mi attira. Stendiamo un velo pietoso sulla copertina, che trovo orrenda. Ma poi anche la trama, non lo so...
Poi magari è un capolavoro. Aspetterò qualche recensione :)

Quando mi piacerebbe leggerlo:
Probabilmente in inverno, mangiando cioccolata.






Titolo: Non temete per noi, la nostra vita sarà meravigliosa
Autore: Mario Calabresi
Editore: Mondadori
Pagine: 118
Prezzo: 17 euro

Trama:
Gianluigi Rho e Mirella Capra si sposano a Milano nei primi anni Settanta. Lui è ginecologo, lei è pediatra. Si sono appena laureati, hanno poco più di vent'anni. Stilano una lista di nozze molto particolare: invece di argenteria e servizi di piatti e bicchieri, chiedono attrezzature da sala operatoria per un reparto maternità che non esiste ancora ma che loro contribuiranno a creare e a far crescere in anni di durissimo ma gioioso lavoro. Mirella, il 15 luglio 1970, dopo la prima visita all'ospedale in costruzione, scrive una lettera a casa in cui, dopo aver evidenziato una lunga lista di problemi, conclude: "Non temete per noi, la nostra vita sarà meravigliosa". Mario Calabresi conosce questa storia da quando è bambino: Gigi e Mirella sono i suoi zii. Oggi ha scelto di raccontarla, perché è necessario provare a rispondere ai dubbi, allo scetticismo, allo scoraggiamento di tanti ragazzi che si chiedono se valga ancora la pena coltivare dei sogni. Quella di Gigi e Mirella, ma anche quella di Elia e la sua lampara che ogni notte prende il largo dal porto di Genova o quella di Aldo che rimette in moto le pale del mulino abbandonato della sua famiglia, sono le storie di giovani di ieri e di oggi che hanno saputo guardare avanti con coraggio. Sono storie di ragazzi italiani che non hanno avuto paura di diventare grandi.

Cosa mi ha colpita:
Si, lo so. Questo non è un romanzo. Ma è il libro che avrei voglia e necessità di leggere in questo momento. Quando mi sembra che i sogni siano soltanto favole irrealizzabili e quando mi sembra che il mondo non giri più per noi.
In un momento in cui la disoccupazione giovanile cresce a dismisura, possiamo solo imparare a coltivare i nostri sogni. E a renderli reali. Possiamo farcela.

Quando mi piacerebbe leggerlo:
Ora, ora, ora.





Titolo: La relazione 
Autore: Andrea Camilleri
Editore: Mondadori
Pagine: 177
Prezzo: 17 euro

Trama:
Mauro Assante è, prima di ogni altra cosa, un uomo serio: ha sempre lavorato con scrupolo estremo, guadagnandosi incarichi di crescente responsabilità nell'istituzione in cui presta servizio, l'authority preposta al controllo della trasparenza delle banche italiane. Si è sposato tardi, con la sola donna che sia riuscita ad aprire una breccia nel suo temperamento ombroso, e ha un figlio piccolo, che trascorre i mesi estivi con la madre, in montagna. Questa estate Mauro si trattiene in città perché gli è stato affidato il compito di stilare una relazione particolarmente delicata su di un istituto bancario che con ogni probabilità verrà commissariato in seguito alla sua ispezione. Ma proprio durante queste solitarie giornate di lavoro, nella sua prevedibile esistenza iniziano ad aprirsi minuscole crepe. Dimentica aperta la porta di casa, riceve una telefonata beffarda, si convince di essere seguito da un uomo in motorino. Soprattutto, riceve la visita di una meravigliosa ragazza che evidentemente ha sbagliato indirizzo. Strano, ci dev'essere stato un errore. Ma dalla vita di Mauro Assante gli errori erano sempre stati banditi; così come sarebbe bandito il batticuore che invece lui prova quando, poche sere dopo, rincontra per caso quella stessa ragazza bionda... L'estate avanza, le temperature aumentano, la stesura della relazione si fa più complessa e con essa l'ansia di consegnare tutto senza sbavature, senza condizionamenti.

Cosa mi ha colpita:
Da quando, per caso, mi è capitato di vedere un'intervista a Camilleri MERAVIGLIOSA, mi sono innamorata di questo scrittore. Vorrei partire da qualcosa che non sia Montalbano (mi intimorisce a causa del dialetto) e questo romanzo sembra un buon candidato.
Vi lascio il video dell'intervista, guardatelo perchè ne vale la pena. Vi dico solo che mi ha commossa:


Quando mi piacerebbe leggerlo:
A Giugno. Nelle sere ancora fresche che preannunciano l'estate.






Titolo: La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin
Autore: Enrico Ianniello
Editore: Feltrinelli
Pagine: 256
Prezzo: 16 euro

Trama:
Isidoro nasce in uno sperduto borgo della provincia di Avellino, con una dote tutta speciale: fischietta come un uccello. 
La sua infanzia trascorre felice tra l'amore per i suoi strambi genitori e quello per Marella, una bellissima bambina spastica con cui comunica a parole stentate e molti cinguettii. Come migliori amici, un merlo indiano e un operaio con il sogno di fondare una rivoluzione di classe sul suo insolito talento fischiante. Nel volgere di un niente, però, la rivoluzione fallisce, Marella si trasferisce a Napoli e i genitori di Isidoro se ne vanno insieme al terremoto dell'Ottanta. Recluso in orfanotrofio e privato definitivamente della parola a causa dello choc, Isidoro viene salvato da Enzo, il cieco del paese, che lo conduce nella grande città: Napoli. Ma neanche Enzo è cieco per davvero, lo è per una delusione d'amore, e questo è il segreto che li rende inseparabili. Piano piano, i due riacquistano le facoltà perdute, Isidoro trova un lavoro e rimane a vivere nello splendido appartamento nel cuore di Napoli di cui Enzo gli fa dono. Un giorno come gli altri, tra le gabbiette di un piccolo negozio di animali, Isidoro riconosce un profilo che non ha mai dimenticato: è Marella. Da allora in poi sarà amore, e sarà per sempre.

Cosa mi ha colpita:
La trama di questo romanzo è un labirinto sorprendente. Personaggi strambi e delicate storie di rapporti e d'amore. Probabilmente l'uscita che mi attira di più.

Quando mi piacerebbe leggerlo:
In una pineta. Seduta sotto un pino. Dimenticando il mondo attorno.



______________


Siamo giunti alla conclusione di questo appuntamento con Profumo di pagine nuove.
Cosa ne dite di queste novità? Quali sono quelli che vi incuriosiscono e che si tuffano direttamente nella vostra wishlist?

Buona vita e buone letture.




6 commenti:

  1. Io aspetto quello di Moyes! Vedremo un po'!
    Se ti va di fare un salto nel mio blog, ti aspetto! E' fresco fresco! :D
    dreamerunasognatrice.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo aspetti perchè hai letto qualcosa di suo? Io prima di te forse?
      Certo che vengo a dare un'occhiata al tuo blog :)

      Elimina
  2. Le sette sorelle sempre carino dalla trama, sto aspettando Io sono il messaggero dalla Frassinelli vediamo un po' se Zusak confermerà il suo talento!! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si la trama è davvero interessante :)
      Aspetto allora di sapere qualcosa quando leggerai il nuovo Zusak!!

      Elimina
  3. Il libro di Ianniello mi ispira, sembra una storia carina e tenera :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ispira anche me, sembra davvero una bella storia :)
      bacio :*

      Elimina

Ciao, lascia pure un segno del tuo passaggio... mi farai felice :)