martedì 20 gennaio 2015

Frammenti di lettura - Revolutionary Road di Richard Yates




Buongiorno lettori cari e bentornati su Sfogliando la vita.
Oggi ritorna una rubrica assente davvero da molto tempo, ovvero quell'appuntamento in cui vi regalo uno stralcio, un'assaggio, un frammento del libro che sto leggendo in questo momento, e che dunque vi anticipa anche la mia prossima recensione.


#13
Per tutti gli altri frammenti clicca qui


"Io ti amo quando sei gentile", gli aveva detto una volta, prima che si sposassero, e questo l'aveva mandato in bestia.
"Non dire una cosa del genere. Cristo, tu non puoi amare la gente solo quando è gentile. Non capisci che è come chiedere: "Che me ne viene in tasca?" Senti". (Si trovavano sulla Sixth Avenue, in piena notte, e Frank la teneva ferma, a braccia tese, le mani saldamente appoggiate ai lati della calda gabbia toracica di lei, sotto il cappotto.) "Senti, o tu mi ami oppure non mi ami, bisognerà che decidi".
Ah, si era decisa eccome . Era stato facile decidere in favore dell'amore in Bethune Street, in favore della possibilità di camminare, nuda e orgogliosa, sulla stuoia di un appartamento che raccoglieva il sole mattutino tra le sedie di fortuna, i manifesti pubblicitari di compagnie di viaggio francesi e la libreria fatta col legno delle casse da imballaggio - un appartamento nel quale una buona parte del divertimento di una relazione era costituita dal fatto che era come essere già sposati, e dove in seguito, di ritorno da una capatina al municipio, dopo il rituale della consegna delle altre due chiavi da parte degli altri due coinquilini, una buona metà del divertimento dell'essere sposati derivava dal fatto che era come avere una relazione. April aveva deciso in favore di tutto ciò, benissimo. E perchè no? Non era forse quella la prima volta che conosceva l'amore?

Allora? Cosa ne pensate? Io sto adorando lo stile di Yates, così pungente.
Le sue considerazioni e le descrizioni dei personaggi offrono uno spaccato incredibilmente realista e dissacrante dell' America degli anni '50.
April, la protagonista insieme a Frank di questa storia, in questo passo è presentata come lunatica, mutevole, opportunista ma con ingenuità. E' un personaggio molto complesso, il suo, fatto di sogni e di speranze che vengono inevitabilmente scalciati via dalla realtà delle cose.
E la crudezza della prosa di Yates riesce a rappresentare proprio il contrasto tra i desideri (quasi infantili) di April e la dura vita vera, quella quotidiana e farcita di imprevisti.

Vi rimando, ovviamente, per conoscere le mie opinioni su tutto il romanzo, alla recensione che pubblicherò lunedì prossimo.

Buona vita e buona lettura,



 

4 commenti:

  1. Ho amato moltissimo questo libro! Sono felice che stia piacendo anche a te.
    Tra l'altro ricordavo bene il passaggio che hai riportato qui, lo trovo anche io molto bello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello vero? Anche se davvero fino ad ora ne ho trovati molti di passi significativi... E' un libro davvero pieno pieno.

      Elimina
  2. Bellissimo assaggio di Yates...devo proprio leggerlo al più presto!!Aspetto di leggere la tua recensione!
    Xo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, si! Devi leggerlo assolutamente :) Bacini :*

      Elimina

Ciao, lascia pure un segno del tuo passaggio... mi farai felice :)