martedì 31 marzo 2015

Frammenti di lettura - Il posto dei miracoli di Grace McCleen


Buon pomeriggio lettori e bentornati su Sfogliando la vita.
Qualche sera fa ho sfogliato le ultime pagine bianche di questo romanzo-gioiello: Il posto dei miracoli. Non avrei mai voluto che finisse. Infatti è da giorni che continuo a tenerlo sul comodino, e lo sfoglio, lo maneggio, lo porto con me in giro per la casa (e vi assicuro che non sono ancora diventata pazza).
Ecco per voi ben due frammenti di questa mia ultima lettura. La voce narrante è quella di Judith, una fantasiosa bambina di dieci anni alle prese con un'esistenza molto più pesante di quanto un cuore così piccolo possa sopportare.




C'è stato un giorno in cui ho pensato che papà mi volesse bene. Quel giorno io e papà abbiamo camminato mano nella mano per diciotto chilometri.
(...)
Avevo la mano in quella di papà e la sua era nella tasca dei pantaloni. La pelle di papà era sorprendente. Sentivo le vene nella mano e i peli sulle nocche. Sentivo i muscoli e le gambe che si muovevano. Ricordo di aver pensato che quel momento dovevo ricordarmelo, il peso del sole, e la sensazione della sua mano. C'era una grande quiete dentro la mia testa e fra noi e ho pensato al passo della Scrittura dove dice che gli Uomini dell'Antichità camminavano con Dio e ho pensato che dovevano sentirsi così.

________


Dico a me stessa che le cose piccole sono grosse e quelle grosse sono piccole, che le vene scorrono come fiumi e i peli crescono come erba e per uno scarabeo una chiazza di muschio è come una foresta, e dallo spazio le forme dei continenti e le nuvole della terra sono come i colori di una biglia.
(...)
E allora so che sono enorme e sono piccola, che vado avanti per sempre e me ne sono andata in un momento, che sono giovane come un topolino appena nato e vecchia come l'Himalaya. Sono immobile e giro su me stessa. E se sono polvere allora sono anche polvere di stelle.




_________________



Questa storia mi ha acciuffato il cuore. Non la dimenticherò mai. Anime sensibili leggete questo libro. Fatelo per voi stesse.
Tra qualche giorno potrete sbirciare tra i miei pensieri e le mie riflessioni nella recensione dedicata.

Buona vita e buone letture.







7 commenti:

  1. Bellissime le citazioni che hai scelto, in particolare la seconda! Son sicura che anche a me piacerebbe tanto questo libro!! Lo segno subito! *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La seconda è davvero meravigliosa, vero *.*
      Non vedo l'ora di sapere cosa ne pensi!!!

      Elimina
  2. Che belli questi passi! *-*
    Amo i libri narrati dai bambini, hanno un modo di vedere ed interpretare le situazioni, anche quelle tragiche, che comunque riesce sempre a strapparti una riflessione e un sorriso.
    Mi segno questo libro, credo proprio che mi piacerà.
    P.S: sai dirmi di chi è l'illustrazione che hai postato? E' bellissima ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace molto il punto di vista infantile ;) Hanno un modo speciale di guardare la realtà.
      L'illustrazione è di Amanda Cass!

      Elimina
  3. Citazioni che conquistano, segnato! Grazie, Fede ♥

    RispondiElimina
  4. Non vedo l'ora di poterlo leggere. Questo post è decisamente speciale:)
    Sono felice di poter collaborare con te.
    Un grande abbraccio.
    Benedetta:)

    RispondiElimina

Ciao, lascia pure un segno del tuo passaggio... mi farai felice :)