domenica 5 luglio 2015

Mi nutro di storie da sempre, e sono il mio piatto preferito



E' deciso. Non inizierò questo post scusandomi per l'assenza. Vi basti sapere che sono tornata, per restare. Ringrazio chi, almeno un po', ha atteso un mio ritorno.
Ricomincio a scrivere perchè qualcosa mi ha riportata qui. Ho avuto la sensazione che stessi tralasciando qualcosa di importante, qualcosa che mi rendeva migliore.
Parlare di libri, e raccontare ciò che sento quando leggo mi sembra ora più necessario che mai.

Fin da quando ero piccina mi avvicinavo ai libri con rispetto e delicatezza, ma quando li aprivo una voracità incontenibile mi assaliva. Le parole hanno iniziato a costruire il loro villaggio dentro di me richiamando a sè sempre maggiori abitanti. Non mi saziavo mai. La mia fantasia volteggiava con la sua larga gonna variopinta e colmava le mie giornate da figlia unica.
Mi sedevo a terra nel salone grande e fresco ( che restava chiuso tutto il giorno e manteneva facilmente la frescura dell'oscurità), e prendevo tra le mani un libro dietro l'altro. Sugli scaffali più bassi mia madre aveva posizionato volumi come 'Piccole donne', 'La capanna della zio Tom', 'Moby Dick' (in una versione per ragazzi) e, soprattutto, un libro che mi catturò come nessuno mai.
Non mi ha lasciata mai più. Quella storia continua a riecheggiare nella mia memoria e, ripensando alla me di allora, sorrido. Mi rivedo a pancia in giù sul tappeto, con la bocca semiaperta, a sognare e a chiedermi i perchè più belli, quelli dell'infanzia.
Come avevo desiderato entrare in quella storia! Come avevo desiderato essere la protagonista di quell'avventura misteriosa.
Quando terminai il libro per la prima volta, ripresi immediatamente a leggerlo d'accapo. E così per altre cinque, sei, sette volte. Mi sentivo potente, felice, diversa. Mi sentivo più grande.
Quel libro si chiamava 'Il giardino segreto', ed io non ho mai più avuto il coraggio di rileggerlo.
Se ci ripenso sento l'odore della carta vecchia, mi vedo camminare per i corridoi di un palazzo gigantesco, tra gli alberi e i fiori di un giardino nascosto e solo mio. Io sento di appartenere a quelle pagine.

Oggi sono cresciuta, e leggo perchè le storie, tutte, diventano mie ed io divento parte di queste. Ogni pagina sfogliata mi rende diversa, migliore o peggiore, bella o brutta, irritata o felice, commossa o arrabbiata. Tutto insieme, sento.
Il giro del mondo in 80 giorni? Nient'affatto. I libri sono riusciti a farmelo girare in poche ore. 
Il mondo fisico, ma anche quello interiore. Ho vagato per anime sconosciute e scoperto i meandri della mia, di anima. Ho incontrato e fatto amicizia con milioni di emozioni e sensazioni. Le ho sentite vicine, sfiorarmi. Ho scoperto la verità e compreso le menzogne. Ho munto le vacche al mattino e catturato le lucciole la sera. Ho vissuto in castelli e misere baracche, in villaggi abbandonati e in città gigantesche. 
Amo la vita follemente, ed è per questo che non smetterò mai di leggere. E ho deciso, inoltre, che non smetterò mai di parlarne.
Raccontare agli altri cosa provo leggendo mi fa percepire il mondo con più sfumature, rende evidente dinanzi ai miei occhi il regalo che ogni libro mi fa. E così, raccontandovi la mia vita da lettrice, io riesco a guardare tutto con le lenti giuste, quelle della poesia.

Grazie a chi ascolterà.



9 commenti:

  1. Hei... Bentornata, Fede <3 Mi è mancato leggerti e, ammetto che molte volte sono stata tentata dallo scriverti per sapere come stavi, ma il timore di sembrare o essere invadente mi facevano cambiare idea. Bentornata ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao *.* Grazie mille, davvero. E la prossima volta, mi raccomando, non esitare a scrivermi! Sarò felicissima di sentirti :)

      Elimina
  2. Ciao!bentornata e complimenti per il post :)

    RispondiElimina
  3. Ciao Fede, finalmente sei tornata!!! ^_^ Mi sei mancata!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie caraaa :) :) :) Anche tu mi sei mancata :*

      Elimina
  4. anch'io ho sentito la tua mancanza *-*
    l'amore per i libri è qualcosa che fa parte di te, si percepisce dalle tue parole...bentornata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefiii :) Io ti leggevo sempre, ma senza commentare :*
      Un bacione :*

      Elimina

Ciao, lascia pure un segno del tuo passaggio... mi farai felice :)